Cosa facciamo

Il GVS opera su due fronti comuni: sezione Solidarietà Internazionale e sezione Adozione Internazionale

La Sezione Solidarietà Internazionale opera per superare la divisione tra i Nord e tutti i Sud del mondo e per favorire un nuovo ordine economico internazionale. In tale ottica interviene attraverso programmi di Sostegno a Distanza (SaD), progetti di sussidiarietà, attività di sensibilizzazione, informazione e raccolta fondi.

Promuove corsi di auto-formazione sulle tematiche della solidarietà internazionale a favore della creazione e del rafforzamento delle collaborazioni socio-politico-finanziarie avviate nelle nazioni in cui è presente. Incontra gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori attraverso dibattiti, mostre e proiezioni.

Intraprende collaborazioni con gruppi parrocchiali, di giovani missionari ed associazioni di volontariato regionali.

Il problema dell'infanzia abbandonata, l'esperienza di alcune coppie adottive e la sensibilità verso tali realtà determinano la scelta dell'associazione di operare nel campo delle Adozioni Internazionali.

Nel 1992 nasce la Sezione Adozioni Internazionali che inizia un lavoro di ricerca e di studio finalizzati a migliorare la qualità della vita dei minori in abbandono, ad assicurare loro il calore di un nucleo familiare e ad accompagnare le coppie desiderose di adottare lungo il cammino di famiglia in crescita.

Dal 2000 il GVS, riconosciuto come Ente Autorizzato, fa capo alla Commissione per le Adozioni Internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.